Accompagnatrici Torino

Eredi di quelle cortigiane che allietavano le giornate a corte, le accompagnatrici a Torino rendono frizzante la vita della citta sabauda.
Spesso confuse con le escort, le accompagnatrici, condividono con le loro "cugine" il compito di fare da compagne temporanee agli uomini. Detto cosi puo sembrare banale, ma non lo e. L'accompagnatrice viene contattata da un uomo per apparire accanto a lui in contesti nei quali presentarsi soli non sarebbero consono o, semplicemente, per allietare un evento.
Non immaginatevi una bella donna che fa da elemento d'arredo, sia pure chic.
Una accompagnatrice professionista e un'altra cosa. Giovani ragazze che vogliono pagarsi gli studi, donne piu mature che vogliono arrotondare stipendi non proprio da favola o signore che ne hanno fatto la loro professione a tempo pieno, le accompagnatrici sono accomunate da un minimo comun denominatore: la capacita di movimentare ogni incontro.
State sorridendo? Vi siete fatti un'idea sbagliata, e proprio cosi, l'accompagnatrice ha il (non) facile compito di rendere piacevole l'evento a cui viene invitata a partecipare. Bisogna essere animate dalla gioia di vivere, avere una dialettica tale da dare tono alla conversazione ed essere dotate di charme. Tutte qualita che non sempre si trovano, tutte assieme, in una donna. A volte non ci sono proprio...
Le accompagnatrici migliori di Torino hanno queste doti innate, confermate dal prestigio degli uomini che le contattano per godere della loro compagnia ad una cena ufficiale, ad un evento mondano o anche solo per una serata in compagnia. Spiriti liberi, gioiosi, ma professionali, le accompagnatrici.
Solitamente di cultura medio-elevata, senza essere snob, mai sopra le righe, sempre formali con garbo, dotate di eleganza innata e con lo charme nel DNA. Se siete femminucce e vi riconoscete nel profilo, avete le caratteristiche per pensare di iniziare questa professione, se la cosa vi attizza. Se siete dei maschietti, ricordatevi quanta fatica costa a queste donne essere sempre "over the top".
Non date mai nulla per scontato, non pensate perche sono gentili e carine con voi che siate autorizzati a trattarle con sufficienza. Loro sono li per voi, certo avete stabilito una tariffa, ma non dimenticate che esiste un confine fra l'uomo e il cafone.
C'e una cosa che il denaro non compra: la dignita. Ricordatevi sempre che signori si nasce, non si diventa. Siete in presenza di una signora che, tra l'altro, potrebbe anche decidere di annotarvi nella sua black list personale e non rispondere piu ai vostri inviti futuri.
Il mestiere dell'accompagnatrice e un mestiere, bisogna averlo presente, cosi come quello dell'hostess, della ragazza immagine o della escort.
Diverso finale, ma tutti accomunati da un unico scopo: allietare la vista. Inutile fare gli schizzinosi, una bella donna e come una bella statua: la si guarda, se ne ammirano i tratti e i particolari, per la gioia della vista. La donna oggetto, a ben pensarci, non esiste. Sarebbe come dire che la bellezza non deve essere ammirata. Che lo charme e l'eleganza sono vietati.
Si dice che dietro ai grandi uomini ci sono grandi donne. Attenzione: grandi donne, non grandi mogli! Questo assunto la dice lunga... La storia ci ha insegnato che grandi sovrani hanno regnato con i consigli segreti delle loro cortigiane. Non e un caso.
Non deve essere necessariamente una visione machiavellica delle cose, i rapporti umani sono complessi. Il discorso ci porta solo ad evidenziare un punto inconfutabile: anche le donne belle hanno un cervello che sanno far funzionare e quello delle accompagnatrici e sempre attivo, incastonato in un bellissimo corpo, alla faccia di chi professa la donna oggetto. Non ci rimane che augurare buona vista a tutti, con una raccomandazione: sbirciate con classe.